2019Archivio

Prosegue lo show delle Auto Storiche sulle Madonie. In testa ancora il pilota di Cerda. Scratch sulla “Bergi” del bresciano. Il driver di Collesano sempre veloce sulle sue strade

Dopo otto prove speciali e il primo giro alle spalle è sempre Totò Riolo a comandare la corsa del CIR Auto Storiche nella Targa Florio Historic Rally. Il driver di casa sta gestendo il vantaggio sui rivali e, dopo aver vinto 7 delle 8 prove disputate, sta sviluppando il feeling e il setup della sua Subaru Legacy insieme a Gianfranco Rappa.

Totò Riolo: “Al momento è una situazione molto stabile, siamo abbastanza tranquilli. Ora il nostro obiettivo è soltanto quello di arrivare visto il buon margine che abbiamo rispetto ai nostri rivali. Siamo primi e i nostri avversari hanno avuto una serie di disavventure che ci hanno permesso di portarci avanti con un ampio margine di due minuti dal secondo. Vogliamo questi importanti punti in campionato. Ora la stiamo prendendo anche come un test in gara iniziando a pensare già al Campagnolo. C’è un altro giro e la Targa, si sa, è una gara piena di insidie, quindi bisogna comunque rimanere sul pezzo e cercare di non fare alcun danno.”

Bene anche “Zippo” che sta comandando la classifica del 3° raggruppamento sulla Audi Quattro insieme a Nicola Arena. Il pilota di Alessandria sta continuando ad amministrate il vantaggio su rivali diretti per portare a casa punti importanti in chiave campionato.

“Zippo”: “Ci stiamo divertendo molto. Per noi è la prima qui alla Targa Florio e ci stiamo godendo questa splendida atmosfera di pubblico. C’è una presenza e una cornice che difficilmente ritrovi in altre gare. Proseguiamo con l’apprendistato della macchina che abbiamo ricostruito lo scorso anno. Andiamo avanti passo dopo passo, migliorando la macchina e il nostro rendimento su queste strade. Logicamente Totò è di casa quindi non guardiamo alla differenza con lui, siamo contenti di quello che stiamo facendo.”

È ripartito alla grande il bresciano Massimo Superti, rientrato in gara questa mattina dopo la falsa partenza di ieri per problemi al semiasse della sua nuova Porsche 911. Insieme a Francesco Granata, Superti è stato protagonista di un gran passaggio sulla “Bergi” utile per confermarsi al secondo posto in 2° raggruppamento alle spalle del cefaludese Mauro Lombardo, sempre in confidenza sugli asfalti preferiti al volante di 911.

Prova a fare la sua gara senza forzature Antonio Parisi, ora secondo nel 1° Raggruppamento alle spalle di un imprendibile Pierluigi Fullone. Il pilota di Collesano infatti sta facendo una facendo una gara a sé, dimostrandosi uno dei più veloci in gara (terzo nell’assoluta) al volante della BMW 2002 insieme a Michele Gargano.

Antonio Parisi: “Fino ad ora è andata bene. Non potevamo fare di più vista la prestazione del nostro rivale che sta andando fortissimo. Dobbiamo accontentarci di stare alle sue spalle nel raggruppamento. La macchina va bene, le prove sono sempre bellissime è la decima volta che affrontiamo la Targa e ce la stiamo godendo.”

Gara senza affanno per Edoardo Valente e Jean Revenu sull’altra Subaru Legacy del Team Balletti, ora quarto di 4° raggruppamento.

Edoardo Valente: “Sta andando molto bene. Stiamo guardando l’assoluta e anche in ottica di campionato italiano. La gara è dura quanto bella, a me piacciono tantissimo queste gare vere, veri rally. La macchina va bene, è nuova e l’abbiamo presa da poco da Colin McRea. La stiamo mettendo a punto con i fratelli Balletti. Ora non la toccheremo più senza fare esperimenti in gara, cambieremo soltanto le gomme.”

 ORa le vetture si stanno lanciando verso le 6 prove speciali che decreteranno i vincitori della 103esima Targa. L’arrivo è fissato per le ore 18.29.

Lascia un commento