CST Sport e TRC più forte delle insidie della 102° Targa Florio

Riolo su Skoda vince una prova fora e chiude 4°. Efficaci gli equipaggi ACI Team Italia con Pollara – Princiotto sulla Peugeot 208 T16 ufficiale afferra la top ten dopo una rimonta decisa e Ciuffi – Gonella sulla 208 R2 del Leone curata da Munaretto mantiene la testa del Tricolore Junior.

La scuderia CST Sport ha resistito alle tante insidie della Targa Florio, la corsa automobilistica più antica del mondo che ha visto i portacolori della scuderia messinese protagonisti nelle fasi alterne di una gara affascinante per la sua leggendaria difficoltà.

Riolo – Rappa

Totò Riolo e Gianfranco Rappa sulla Skoda R5 curata dalla Pool Racing non hanno mai mollato, sono partititi in attacco e grazie a scelte di set up molto azzeccate. L’equipaggio ha firmato con un acuto il miglior tempo nella prova speciale 6. Successivamente una foratura dello pneumatico posteriore sinistro, ha vanificato molto di quanto fatto fino ad allora ed ha costretto il cerdese ed il palermitano alla rimonta, che si è completata sotto al podio, ma non ha tolto nulla alla gioia dell’esperto driver che ha completato la sua 26^ Targa Florio.

-“La Targa è la Targa – ha dichiarato Riolo, ultimo siciliano a vincere la gara nel 2010 – essere al traguardo è sempre una grande gioia. Siamo contenti perché siamo sempre stati ai vertici, se non ci fosse stata la foratura magari sul podio potevano esserci due siciliani. Sono contento per il bravo Nucita che ha riportato la vittoria in Sicilia”- ha concluso”-.

Lascia un commento